Sabbia

Non vi preoccupate nessun post sull’estate che sta arrivando…

Semplicemente stupefatto da come in Italia tutto può essere insabbiato come se niente fosse…

Sicuramente vi ricordate del caso Travaglio vs Schifani: se non ve lo ricordate non vi preoccupate, è normale, tutto coperto di sabbia.

Il delinquente che si spaccia per giornalista, noto estremista di sinistra (è stato infatti allievo di Montanelli altro estremista di sinistra), ha osato affermare in televisione che Schifani, presidente del Senato della Repubblica Italiana, seconda carica dello stato, è colluso con la Mafia.

Se in questo momento avete pensato “embè, che c’è di nuovo?” potete reputarvi estremisti di sinistra: complimenti.

Nuovo corso politico, stesse teste di….politici.

Nella nostra politica a prendere le parti di un giornalista che dice la verità e denuncia un mafioso in politica sono in…nessuno. Solo Di Pietro l’ha fatto. A difendere il mafioso sono in…tutti. Destra, centro e…ombra.

Cominciano, infatti, attacchi bipartisan: la Finocchiaro, esponente dell’opposizione ombra (difatti nessuno ci fa caso) afferma “Trovo inaccettabile che possano essere lanciate accuse così gravi, come quella di collusione mafiosa, nei confronti del presidente del Senato, in diretta tv su una rete pubblica, senza possibilità di contraddittorio”. Mi sono perso qualcosa: contraddittorio in un’intervista? E beh, ma alla fine è normale che una persona che è stata iscritta al PCI si scagli contro giornalisti che denunciano mafiosi: è nella sua storia!

Annarè, meno male che ti sei ficcata nel PD.

Ovviamente non vi sto qui ad elencare gli attacchi del PDL…

Occhèi, la vicenda la conosciamo. Ma ora? Che fine hanno fatto gli accusati?

Se mi accusano di collusione mafiosa è mio interesse dimostrare che non è vero!

Se mi accusano di aver avuto relazioni imprenditoriali con Nino Mandalà e con Francesco Campanella, rispettivamente capocosca e braccio destro poi pentito di Villabate, è nell’interesse mio e dell’Istituzione che rappresento (Repubblica Italiana, ndr) dimostrare che non è vero.

Se inoltre nella mia società, Sicula Brokers, oltre ai due soggetti sopra citati sono presenti come soci anche Benny D’Agostino, imprenditore condannato per concorso esterno in associazione mafiosa, e tale Giuseppe Lombardo amministratore delle società dei Salemi, nota famiglia mafiosa, allora DEVO dimostrare che io, Presidente del Senato con questi angeli non avevo niente a che fare.

E invece nulla. Nessuna parola. Nessuna discolpa. Niente.

Discolparsi diventa difficile se sei colpevole.

Ciò che rimane è la sentenza a favore di Travaglio che era stato accusato di diffamazione: ergo ciò che è stato detto era vero.

Ma alla fine è bastato un sacchetto di monnezza lì, un ROM qui e tutto è stato insabbiato. Un MAFIOSO rimane presidente del Senato.

Alfonso “ombra? no, grazie” Solimeo

ciao.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: